Implantologia All On Four, la soluzione è definitiva per il recupero del sorriso

Visualizzazioni di questo articolo 3074

Tempi operatori molto più ridotti e interventi chirurgici mini invasivi per il paziente possono significare anche ridotta assunzione di analgesici, minor trauma da ferita quindi minor dolore post operatorio, minor gonfiore, una guarigione più rapida e quindi risultati in tempi più brevi.

Disporre di tecnologie affidabili, guidate da mani esperte, e di materiali che permettano il soddisfacimento dei bisogni e delle aspettative dei pazienti, sia a livello funzionale che estetico. Sono queste oggi priorità imprescindibili in ambito odontoiatrico, specialmente per quanto riguarda la rigenerazione ossea guidata.

Implantologia all on Four

La richiesta di questo tipo di intervento è in costante aumento, in quanto sempre più pazienti richiedono riabilitazioni chirurgiche di elevata qualità, comprensive di impianti da inserire specie in situazioni di grave atrofia ossea. «Il mio ambulatorio – afferma Giuseppe Guiducci Odontoiatra - è specializzato nella chirurgia implantare. La tecnica all on four prevede soluzioni implantoprotesiche fisse anche in situazioni di estrema atrofia ossea. Questa soluzione è possibile proprio perchè la tecnica all on four prevede l'utilizzo dell'osso basale mascellare e mandibolare in zone dove questo difficilmente si atrofizza».

Quali sono le ultime frontiere oggi nella ricostruzione ossea preimplantare? « Il nostro campo è in continua evoluzione, tant’è vero che si possono sostituire uno o più denti malati con impianti dentali e protesi, che vengono posizionati subito dopo l’estrazione dei denti malati e funzionano nell’arco di una giornata o al massimo di 48 ore dall’inserimento. In questo modo il disagio del paziente è minimo».

Dunque esistono tecniche che riducono immediatamente il disagio del paziente. «Sì. Nel mio studio programmiamo, insieme all’odontotecnico specializzato in implantologia della mia equipe, l’inserimento guidato degli impianti dentali. Grazie a un nuovo software, infatti, siamo in grado di rappresentare l’arcata del paziente in modo tridimensionale mediante un’immagine radiografata Tac o una tomografia volumetrica digitale. Con l’ausilio di questa tecnica non viene rappresentata solo la morfologia ossea, ma anche la protesi pianificata. Dalla simulazione al computer si passa quindi all’inserimento implantare guidato. Tutte le strutture anatomiche importanti, come ad esempio il decorso del canale del nervo, possono essere così protette con sicurezza».

Quali sono i maggiori vantaggi per i pazienti? «Tempi operatori molto più ridotti e interventi chirurgici mini invasivi per il paziente possono significare anche ridotta assunzione di analgesici, minor trauma da ferita quindi minor dolore post operatorio, minor gonfiore, una guarigione più rapida e quindi risultati in tempi più brevi. Un ulteriore vantaggio per il paziente è la sicura determinazione dei costi grazie a un’esatta prepianficazione dell’intervento chirurgico e del tipo di manufatto protesico».


implantologia all on four

Come vengono trattati i pazienti anziani, gli impianti dentali per anziani


Sui bambini come operate? «È fondamentale che il bambino faccia visite di prevenzione a partire dai 5 anni, per individuare carie e malocclusioni. Nell’equipe ab- biamo anche una dottoressa specializzata in ortognatodonzia e una logopedista, oltre al tecnico che costruisce l’apparecchio. L’ortodonzia non è solo per i bambini: viene applicata anche al paziente adulto disfunzionale, cioè il paziente che ha dolore nella regione pre auricolare durante la masticazione, o disturbi all’udito, o stringe troppo i denti di notte».

Si può migliorare semplicemente l’estetica dei denti? «Esiste l’odontoiatria cosmetica: dallo sbiancamento definitivo dei denti, alle faccette estetiche che cambiano radicalmente il sorriso, agli interventi per le gengive gonfie. Naturalmente, però, nessun trattamento può prescindere dall’attenta valutazione caso per caso attraverso un opportuno esame medico chirurgico specialistico preliminare: così si può pianificare insieme al paziente il trattamento più indicato e il costo cui può andare incontro».

Potrebbero interessarti anche...