Denti bianchi e lucenti, ecco i rimedi della nonna

Visualizzazioni di questo articolo 1497

Un sistema sbiancante naturale che si conosce fin dall'antichità, è costituito dal lavaggio con cenere di legno di noce che grazie alla presenza di idrossido di potassio riesce a combattere qualsiasi tipo di macchia

Con il tempo la nostra dentatura tende ad ingiallirsi nonostante l'impegno profuso nel prenderci cura del suo igiene, ciò avviene a causa dell'accumularsi di residui alimentari sullo smalto dentale, per risolvere questo disagevole problema, esistono diversi sistemi, tra i più efficaci ci sono prodotti medici che il nostro dentista può consigliarci, ma esistono anche soluzioni naturali a cui affidarci, nonostante queste ultime richiedano più impegno e costanza, promettono di dare risultati.

I prodotti specifici per lo sbiancamento dei denti sono efficaci senza ombra di dubbio ma non sono tra le soluzioni più economiche, i rimedi naturali invece sono davvero molti ma da utilizzare con cautela, il bicarbonato di sodio ne è un esempio, in molti lo utilizzano come sbiancante lavandocisi i denti, in pochi sanno però che un uso smodato del bicarbonato provoca alterazioni della flora batterica della bocca nonché ipersensibilità dentale.

L'acido malico, presente in abbondanza nelle mele verdi, risulta avere un buon potere sbiancante, possiamo pensare al fatto che una nota marca di dentifrici ha usato spesso questo frutto nelle sue campagne pubblicitarie; saltuariamente il succo di mela verde potrebbe essere utilizzato per fare dei risciacqui a mò di collutorio, ma anche in questo caso non è opportuno esagerare in quanto l'acido malico potrebbe danneggiare lo smalto dentale.

Il limone grazie alla sua acidità riesce a combattere bene l'ingiallimento, soprattutto quello causato dal fumo, si può utilizzare la buccia per strofinare i denti ed il succo per risciacquarli, ma, anche in questo caso, ci sono delle controindicazioni, proprio a causa dell'acidità dell'agrume lo smalto dentale potrebbe essere danneggiato, inoltre si consiglia di pulire bene la bocca dopo il trattamento con il limone utilizzando abbondante acqua tiepida.

Denti bianchi, come fare?

Un sistema sbiancante naturale che si conosce fin dall'antichità, è costituito dal lavaggio con cenere di legno di noce che grazie alla presenza di idrossido di potassio riesce a combattere qualsiasi tipo di macchia, la cenere va strofinata su tutti i denti utilizzando lo spazzolino, come tutte le altre soluzioni anche in questo caso non è opportuno abusarne. Malgrado il processo di ingiallimento in molti casi sia inesorabile, si può combattere bene con una buona igiene orale, usando i quattro classici strumenti che qualsiasi dentista consiglia, spazzolino e dentifricio dopo ogni pasto, filo interdentale prima e dopo il lavaggio con spazzolino ed infine risciacqui con collutorio. Se, invece, ci si vuole rivolgere ad uno specialista, egli ci verrà in aiuto con il Bleaching, che eliminerà tutte le macchie accumulatesi con gli anni, il trattamento prevede l'utilizzo di Perossido di idrogeno da applicare sulla dentatura per poi essere fotoattivato da raggi UV o al plasma, la seduta dura circa un ora ed i risultati saranno palesi.

Potrebbero interessarti anche...