Sanpellegrino e simg insieme per promuovere una corretta idratazione

Visualizzazioni di questo articolo 1510

Da un questionario su medici  e pazienti, una valutazione sulle loro conoscenze ed esigenze informative rispetto all’importanza di una corretta idratazione e benessere per l’organismo.

Prosegue la campagna informativa “La Salute inizia da un bicchier d’acqua. Acqua è vita” promossa dal Gruppo Sanpellegrino insieme alla SIMG, Società Italiana di Medicina Generale, per informare e sensibilizzare i medici e i cittadini rispetto all’importanza di una corretta idratazione e sui benefici che questa può avere per il benessere dell’organismo.

L’iniziativa, è partita con un questionario sul tema destinato ai Medici di Medicina Generale sul territorio nazionale. La campagna ha inoltre visto la realizzazione di materiale informativo destinato a medici e pazienti per cominciare a diffondere i principi di una corretta idratazione e i benefici che questa può avere sull’organismo umano; materiale che oltre ad essere disponibile per tutti e liberamente, è stato distribuito in 4 Regioni  (Veneto, Lombardia, Toscana e Lazio). All’interno del kit, un questionario sull’idratazione destinato questa volta ai pazienti, che hanno compilato direttamente presso lo studio del loro medico di famiglia.

 Le risposte ai questionari - 287 quelle dei medici e 1328 dei pazienti, offrono un quadro interessante rispetto alle conoscenze e ai bisogni formativi da parte di medici e pazienti sull’argomento: entrambi individuano correttamente negli anziani la categoria di soggetti a maggior rischio di disidratazione - 97% per i MMG, circa 81% per i pazienti - rispetto a “donna in gravidanza” e “giovane”.

Emerge invece la necessità di chiarire quale sia la giusta quantità di acqua da bere al giorno: solo 1\4 dei medici risponde correttamente che questa non è uguale per tutti, ma varia in base all’età, al metabolismo e allo stile di vita; circa il 47% dei pazienti indica correttamente che la media varia tra i 2,5 litri e 3,5 litri, mentre erroneamente  per più del 28% questa non deve superar i 2 litri quotidiani.

 Sul concetto di “bilancio idrico”, il paziente si mostra particolarmente confuso: solo il 26,51% risponde correttamente che si tratta del mantenimento di equilibrio nel corpo tra il volume di acqua in entrata e quello in uscita; per più del 30% si tratta del giusto equilibrio tra il peso corporeo e il volume di acqua presente nel corpo, mentre oltre il 40% pensa sia il giusto equilibrio tra i liquidi assunti attraverso il cibo e quelli assunti con acqua o altre bevande.

“Questa campagna, coerentemente con i programmi specifici di prevenzione che da sempre SIMG si impegna a diffondere, ha l’obiettivo di favorire l’adesione a stili di vita sani, e sensibilizzare sui temi della cultura idrologica. – afferma Claudio Cricelli, Presidente SIMG – Quello della corretta idratazione è un tema tanto fondamentale quanto trascurato e i dati emersi dai questionari sono un punto di partenza per fornire al medico strumenti informativi che consentano di sensibilizzare i suoi pazienti sull’ importanza di questa risorsa  per vivere in salute. I risultati, hanno evidenziato interesse e buone conoscenze sul tema, ma è necessario rinforzarle, anche per favorire una maggiore informazione e consapevolezza nei cittadini che invece mostrano ancora importanti lacune .”

 

Bere adeguatamente, è infatti una strategia importante per prevenire diverse malattie e disturbi oltre che fondamentale per il naturale svolgimento delle reazioni biochimiche e dei processi fisiologici che ci assicurano la vita.

 

“E’ importante far conoscere i numerosi effetti benefici che il giusto consumo di acqua può avere per la salute dell’uomo; non esiste funzione del nostro organismo, infatti, che non richieda la presenza di acqua. In particolare, le acque minerali, essendo dotate di caratteristiche organolettiche e chimiche particolari, possono contribuire al buon funzionamento dell’organismo e a mantenerlo sano – spiega il Dott. Alessandro Zanasi, esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino, Docente presso l’Università di Bologna - Si pensi ad esempio alle azioni favorevoli che il calcio può avere per il mantenimento di ossa forti e denti sani, nonché per la trasmissione di impulsi nervosi, la contrazione muscolare e la coagulazione del sangue; o ancora al ruolo protettivo che il magnesio svolge per il muscolo cardiaco, aiutando le cellule muscolari a rilassarsi”.

La campagna è un’ulteriore iniziativa che ha l’obiettivo di promuovere conoscenza e sapere sul tema “acqua e idratazione”, impegno che Sanpellegrino persegue attraverso vari progetti tra cui l’istituzione, nel 2010, dell’Osservatorio Sanpellegrino, un pool di opinion leader in diverse discipline scientifiche che si occupa, attraverso lo studio e l’analisi delle pubblicazioni scientifiche nazionali ed internazionali, di suggerire strategie di prevenzione, promuovendo una cultura della salute legata all’idratazione, e di contribuire alla diffusione di informazioni medico scientifiche sull’argomento.

 

SANPELLEGRINO

Sanpellegrino è la più grande realtà nel campo del beverage in Italia, con acque minerali, aperitivi analcolici, bibite e tè freddi.

I suoi prodotti, sintesi di benessere, salute ed equilibrio, sono presenti in oltre 120 paesi attraverso filiali e distributori sparsi nei cinque continenti.

Sanpellegrino, in qualità di principale produttore di acqua minerale, è da sempre impegnata per la valorizzazione di questo bene primario per il Pianeta e lavora con responsabilità e passione per garantire a questa risorsa un futuro di qualità.

 

Potrebbero interessarti anche...

×