Ricerca sulle cellule staminali: un potente strumento per la medicina

Visualizzazioni di questo articolo 9972

L'utilizzo delle staminali embrionali, genera problemi etici in quanto il loro recupero comporta la manipolazione e la distruzione dell'embrione; - staminali del cordone ombelicale, vengono raccolte dal sangue cordonale alla nascita del bambino seguendo procedure prive di rischi (1).

Cosa sono le cellule staminali? Un importante strumento a disposizione della moderna medicina è senza dubbio rappresentato dalle cellule staminali.

Nei prossimi paragrafi è fornita una descrizione di tali cellule, ma prima di tutto è necessario rispondere al seguente quesito: che cosa si intende con cellule staminali? Le cellule staminali sono cellule la cui funzione nell’organismo non è ancora definita (indifferenziate) capaci di autorinnovarsi e di generare cellule appartenenti a qualsiasi organo o tessuto (1).

La popolazione di staminali è composta da diversi tipi di cellule che possono essere distinte in base alla loro capacità differenziativa. Si distinguono quindi staminali totipotenti, capaci di generare qualsiasi cellula, staminali pluripotenti che, a differenza delle precedenti, non differenziano in cellule dei tessuti extra-embrionali (ad esempio la placenta) e cellule staminali multipotenti che possono differenziare in numero limitato di tipi cellulari.

Dove si trovano? Le cellule staminali sono presenti in diversi tessuti o organi e, sulla base della fonte di origine, vengono comunemente classificate in: - staminali embrionali, che vengono raccolte dall'embrione (2). Sono cellule pluripotenti che possono originare virtualmente qualsiasi tessuto od organo ad eccezione degli annessi embrionali (2).

L'utilizzo delle staminali embrionali, genera problemi etici in quanto il loro recupero comporta la manipolazione e la distruzione dell'embrione; - staminali del cordone ombelicale, vengono raccolte dal sangue cordonale alla nascita del bambino seguendo procedure prive di rischi (1).

Sono cellule più immature rispetto alle adulte e sono caratterizzate da un elevato potenziale differenziativo (1). Grazie a queste caratteristiche le staminali cordonali sono divenute negli ultimi anni un'importante possibile opzione terapeutica per il trattamento di numerose patologie; - staminali adulte, sono presenti virtualmente in tutti gli organi dell'adulto, come ad esempio cuore o midollo osseo (1).

Nell’ambito dell’utilizzo clinico, le staminali adulte più importanti sono quelle mesenchimali, riscontrabili in più organi e capaci di generare tessuto adiposo, cartilagineo ed osseo (3; 4), e quelle ematopoietiche, presenti nel midollo osseo, capaci di generare tutte le cellule presenti nel sangue (5).

A cosa servono? Sorge spontaneo domandarsi quale sia, fisiologicamente, la funzione delle staminali. In primo luogo è grazie a tali cellule che, durante lo sviluppo embrionale prima e durante lo sviluppo fetale poi, si originano tutti gli organi che andranno a costituire l’individuo completamente formato. Nell’adulto, in aggiunta, le staminali partecipano anche ai processi di riparazione del danno a carico di tessuti danneggiati (6).

Infine, grazie alle loro capacità differenziative, le cellule staminali sono un importante strumento a disposizione della medicina rigenerativa. In questo contesto, ad esempio, il trapianto di cellule staminali cordonali in un modello animale, ha promosso la guarigione di fratture ossee (7) e, evidenze cliniche, hanno mostrato la sicurezza del trapianto di cellule staminali nel trattamento di diverse patologie, come ad esempio diabete di tipo 1, paralisi cerebrale, ischemia critica agli arti (fonte: ClinicalTrials.gov).

Riferimenti bibliografici 1. Francese R, Fiorina P: Immunological and regenerative properties of cord blood stem cells. Clin Immunol 136:309-322, 2010 2. Thomson JA, Itskovitz-Eldor J, Shapiro SS, Waknitz MA, Swiergiel JJ, Marshall VS, Jones JM: Embryonic stem cell lines derived from human blastocysts. Science 282:1145-1147, 1998 3. Pittenger MF, Mackay AM, Beck SC, Jaiswal RK, Douglas R, Mosca JD, Moorman MA, Simonetti DW, Craig S, Marshak DR: Multilineage potential of adult human mesenchymal stem cells. Science 284:143-147, 1999 4. Sensebe L, Bourin P: Mesenchymal stem cells for therapeutic purposes. Transplantation 87:S49-53, 2009 5. Ikada Y: Challenges in tissue engineering. J R Soc Interface 3:589-601, 2006 6. Hennessy B, Korbling M, Estrov Z: Circulating stem cells and tissue repair. Panminerva Med 46:1-11, 2004 7. Cord blood banking. Bull World Health Organ 76:313-314, 1998

Potrebbero interessarti anche...