Pruriti Intimi: come riconoscerli e come affrontarli

Visualizzazioni di questo articolo 1021

Un prurito esterno può essere anche causa di pidocchi pubici, scabbia o dermatiti da contatto, dunque è possibile avere delle perdite dal cattivo odore ed ovviamente bruciore e prurito...

I pruriti intimi sono fastidiosi e bisogna correrei ai ripari assolutamente, soprattutto quando il problema si presenta durante la gravidanza. Le cause del problema sono diverse, quindi è bene investigare per capire di cosa si tratta e successivamente trovare un modo per risolverlo, anche se è meno "importante" rispetto ad un prurito interno che potrebbe avere delle cause peggiori.

Pruriti e cause: combattere i problemi durante la gravidanza

Durante la gravidanza il problema dei pruriti vaginali possono essere diversi, il principale potrebbe essere un'infezione vaginale, oppure potrebbe anche essere colpa di vaginite batterica, herpes o addirittura la Candida. Come ogni malattia anche questa va curata con interventi particolari e medicinali specifici, negli ultimi due casi basterà andare in farmacia, in altri è bene rivolgersi al proprio medico curante.

Un prurito esterno può essere anche causa di pidocchi pubici, scabbia o dermatiti da contatto, dunque è possibile avere delle perdite dal cattivo odore ed ovviamente bruciore e prurito. E' bene, in gravidanza, curare il problema il prima possibile in quanto potrebbe essere infettato il bambino al momento del parto, quindi è necessario individuare la causa e intervenire.

Per ottenere una diagnosi è consigliato rivolgersi ad un medico, precisamente ad un ginecologo per via della sua formazione nel campo. Con una semplice e veloce visita è possibile individuare il problema e procedere alla cura, spesso vengono somministrate delle creme da applicare direttamente sulla zona infettata e dovrebbe curarsi in un paio di settimane al massimo. In ogni caso, è bene precisare che i pruriti intimi sono solamente dei sintomi e non delle malattie, dunque è necessario informarsi per capire qual è la causa di questo problema, in caso di gravidanza è obbligatorio passare da un ginecologo per evitare che bimbo e madre ne risentano durante e dopo la terapia e dunque evitare il pericolo di infezioni future.

Potrebbero interessarti anche...