Pancia Gonfia e Adiposità addominale, risolvila con semplici accorgimenti

Visualizzazioni di questo articolo 1604

Per risolvere quei fastidiosi problemi di gonfiore spesso basta meno di quello che credi, l'attività fisica è già un gran bel passo avanti ma non è da sottovalutare una corretta alimentazione ed un freno ad alcuni vizi ed in soli sette giorni potresti tornare a sentirti leggera e dinamica.

Spesso i problemi di gonfiore e dolore addominali sono dovuti ad irregolarità nelle funzioni intestinali, queste irregolarità sono provocate, nella maggior parte dei casi, da una cattiva alimentazione, ma possibili cause sono da ricercarsi anche in una vita eccessivamente sedentaria, può inoltre influire un periodo di stress ma questo stato di disagio potrebbe anche essere una risposta fisica a particolari situazioni emotive.

GONFIORE E DISAGIO? PASSA UN'ESTATE “LEGGERA” SEGUENDO I NOSTRI CONSIGLI

Per prima cosa è necessario individuare il motivo che porta il tuo fisico a dare questa particolare risposta, risulta in questi casi utile riuscire ad analizzare, in modo obiettivo, il proprio stile di vita, potrebbe dunque essere utile tenere traccia di ciò che mangi giorno per giorno compilando un diario nutrizionale, ed al passare di una settimana controllare le proprie abitudini osservando se nella propria dieta esistono eccessi di grassi elaborati o semplicemente di alimenti che contribuiscono ad aumentare i fastidi che la nostra zona addominale già ci provoca.

Non sottovalutare il fatto che la motilità intestinale è  aiutata dal movimento fisico, basta poco, passeggiate di 45 minuti per due volte alla settimana, un corso di ballo o in palestra, una nuotata, tutte attività che aiuterebbero il processo di risoluzione dei problemi di gonfiore, inoltre è da tener presente che il fumo ed un sonno irregolare influiscono in maniera negativa sulla salute dell'intestino.

Una volta individuate le pecche presenti nella nostra alimentazione si può avviare il processo di revisione e correzione, le abbuffate sono assolutamente da evitare, molto meglio mangiare meno e più spesso, si agli spuntini, due al giorno, per un totale di almeno 5 piccoli pasti (colazione, spuntino, pranzo, spuntino e cena), seguendo questo consiglio riuscirai a far lavorare il tuo apparato intestinale in maniera meno massiva continuando però ad avere una sensazione di sazietà e senza rinunciare a nulla, bevi spesso,  1,5/2 lt di acqua al giorno aiuteranno ad ammorbidire le feci ed aumentarne la massa rendendo più facile il processo di espulsione.

Alcuni alimenti da tenere sotto controllo sono quelli lievitati o ricchi di lattosio, alcune verdure come broccoli, cavoli o peperoni, frutta eccessivamente zuccherina come prugne, castagne e fichi ed infine le bibite gassate, questi cibi possono fermentare nell'intestino o rendere più difficile il processo di digestione.

Possiamo consigliare alcuni alimenti da inserire in una corretta dieta “sgonfia pancia”:
    •    A colazione è bene evitare il latte bovino sostituendolo con alternative vegetali  come quello di avena, di riso o mandorla, ed accompagnarlo con carboidrati e marmellata biologica;
    •    Verso le ore 10:30/11:00 mangiare un frutto non può che rinfrescare e non farci arrivare, all'ora di pranzo, con una fame eccessiva;
    •    Per il pranzo scegliamo tra pasta, carne, verdure o pesce, tenendo però presente gli alimenti, precedentemente elencati, che possono aggravare i nostri problemi intestinali;
    •    L'ideale spuntino pomeridiano è rappresentato dallo yogurt;
    •    Per cena meglio evitare la pasta o piatti ricchi di condimenti, puntiamo su pesce, carne bianca o verdure crude.

Il pane deve essere azzimo o con lievito madre e prima di andare a letto è buon abitudine bere un decotto di camomilla.

Potrebbero interessarti anche...