Ossigenoterapia per capelli, ecco l'ultima novità sulla bellezza!

Visualizzazioni di questo articolo 7346

L'ultima frontiera dell'ossigenoterapia, che spopola tra lo star-system (Madonna è stata la prima) e non solo, per avere una pelle più giovane e luminosa, è i capelli.

Dopo anni di ricerche e test in laboratorio è nato un apparecchio estetico che, sfruttando la terapia iperbarica, eroga ossigeno a elevato grado di purezza e ad alta pressione (superiore a quella atmosferica) sul cuoio capelluto, capace di favorire il microcircolo e, quindi, di aiutare a migliorare la salute dei capelli. Il principio è quello di tutte le terapie a base di ossigeno, le quali partono dalla consapevolezza che, essendo questo gas indispensabile per la sopravvivenza, la sua carenza può provocare problemi di salute, mentre al contrario una corretta ossigenazione garantisce notevoli benefici. L'apparecchio, che è stato messo a punto in Australia e inizialmente è stato utilizzato solo per il viso, è nato in America ma ben presto ha compiuto il giro del mondo.

Una delle prime ad acquistarlo fu l'estetista Rashel Pouri: dopo qualche mese la sua medi-spa, diventata famosa tra il mondo di Hollywood per il macchinario che produceva ossigeno, è diventata una catena che si espandeva a macchio d'olio per tutta la San Fernando Valley, a nord di Los Angeles. Applicato sulla pelle, l'ossigeno stimola il rinnovamento cellulare, esercitando un'azione anti-age, rassodante e anche curativa, nel caso di cicatrici da acne, macchie e rughe profonde. Una seduta di ossigenoterapia si compone di diverse fasi: prima la pelle viene esfoliata e pulita da un getto di ossigeno e cristalli di corindone, che eseguono una leggera microabrasione. Poi si passa a massaggio linfodrenante, prima di erogare un mix di ossigeno puro, acido ialuronico e vitamine.

A questo punto si esegue un altro massaggio stimolante, si stende un siero scelto in base all'inestetismo da trattare (rassodante, schiarente o anti-rughe) e si prosegue con il passaggio del manipolo che emette un ossigeno ad alta pressione, in grado di veicolare in profondità i principi attivi appena applicati. L'ossigenoterapia è adatta a tutti i tipi di pelle, persino alle giovanissime e agli uomini: il 20% della clientela è maschile (tra i fan celebri c'è Justin Timberlake, David Beckham e pare che anche Micheal Jackson ne avesse scoperto i suoi benefici), perché è molto gradevole e gli uomini non amano trattamenti dolorosi.

E' indicato anche se la cute è irritata o dopo un trattamento estetico o chirurgico, dal momento che l'ossigeno ha un'azione calmante e cicatrizzante. Ô efficace anche sul collo, il décolleté, le mani e il corpo. Utilizzando un siero anticellulite, infatti, si interviene sul rilassamento dei tessuti o sulla adiposità localizzata.

Potrebbero interessarti anche...