Cosmetica del buon senso: nasce la "Elettrocosmetologia"

L'elettrocosmetologia per eliminare gli inestetismi cutanei

Visualizzazioni di questo articolo 1292

Alzi la mano chi non ha nessun problema con la propria pelle: problemi di acne, di impurità, di smagliature, cicatrici, macchie… Uomini e donne, giovani e non più tali, tutti, possono essere affetti da un inestetismo cutaneo.

I segni che il passare del tempo, le diete, gli interventi chirurgici, gli squilibri ormonali, la pubertà o le gravidanze lasciano sul corpo di tante persone possono essere pesi difficili da accettare.

Per fortuna, però, l’organo più esteso del nostro corpo, la pelle appunto, è in continua evoluzione ed è possibile agire sulla membrana basale per innescare un processo di riparazione e di rigenerazione, quando è necessario.

Come? Grazie alla elettrocosmetologia, che, agendo sulla membrana basale, riesce a ripristinare le attività cellulari alla stadio precedente il manifestarsi dell’inestetismo.

In questo modo, molti dei segni che deterpano la pelle posso essere decisamente attenuati e spesso addirittura eliminati. Il metodo è abbastanza complicato, ma è il frutto di oltre quarant’anni di studi da parte del dott. Franco Donadelli, il padre dell’elettrocosmetologia, che ha applicato le sue importanti scoperte chimiche alla biologia della pelle.

Ma in cosa consiste esattamente? In pratica viene applicato sulla pelle un prodotto contenente una soluzione acquosa a base di aminoacidi (l’acqua e gli aminoacidi sono sostanze polari, con un loro EMF – piccolo campo elettromagnetico) viene sottoposta ad un processo elettrochimico che ne implementa l’EMF, che viene ceduto alle strutture cutanee attraverso l’azione di un generatore di corrente alternata utilizzando microcorrenti. Il microcampo elettromagnetico ricevuto dalla cute, rimette in moto i meccanismi biochimici della pelle, secondo i principi della biologia quantistica di Froelich.

Questi sono i principi su cui si basa l’Elettrocosmetologia: l’uso di una soluzione caricata elettricamente e inserita in un cosmetico, abbinata all’interazione del microcampo eletrico emesso da un generatore con caratteristiche elettriche studiate appositamente, il generatore AS 43 Suntronic. Anche da sola la soluzione elettrocosmetologica è efficace, ma incorporando alla soluzione Elettrocosmetologica diversi principi attivi ad azione specifica, i risultati si ottengono in tempo più breve. E’ per questo che sono nate le linee di prodotti specifiche professionali da applicare secondo il trattamento elettrocosmetologico da effettuare. I trattamenti sono stati quindi caratterizzati in funzione del problema da risolvere.

Un’altra cosa che rende questo trattamento interessante è il fatto che l’azienda che lo produce sposa una attenta filosofia eco-compatibile: il packging, infatti è riciclabile al 100%, i prodotti non contengono derivati del petrolio e coloranti, la maggior parte dei cosmetici è certificata Eco-Cert e quasi tutti gli ingredienti usati provengono da coltivazioni biologiche e da culture rinnovabili

 

Potrebbero interessarti anche...