Cervicale: i migliori rimedi per lenire il dolore

Visualizzazioni di questo articolo 2190

Cervicale, brutta “bestia” per chi ne soffre, dal momento che questa tediosa infiammazione del rachide cervicale è in grado di condizionare letteralmente le giornate ed i movimenti dei soggetti che più ne risentono.

Ma cos’è esattamente il rachide cervicale? e perchè quest’infiammazione è così dolorosa? il rachide altro non è che quella struttura presente nella colonna vertebrale, composta da 7 vertebre ed indispensabile per agganciare il capo al corpo.

In sostanza, se capiamo che il rachide consente tutti i movimenti del capo e conduce i segnali nervosi dal cervello in periferia e viceversa, capiremo perchè è così fastidioso soffrire di cervicale. Ma quali sono le cause che fanno infiammare questa parte del corpo così delicata? bè, i motivi sono diversi: dal classico colpo di freddo all’eccessiva esposizione all’umidità, senza scordare i traumi oppure i microtraumi ripetuti, la postura sbagliata e, non da ultimo, la predisposizione genetica.

In quest’ultimo caso sarebbe facile “arrendersi” e pensare che tanto la cervicale non andrà mai via. Sbagliato: i rimedi per accusare meno dolore e diminuire l’infiammazione del rachide cervicale ci sono, basta solo sapere quali sono quelli più efficaci ed utili alla nostra causa. Premesso che, se sapete gestire la cervicale, quest’ultima potrà risolversi in poche settimane, vi conviene prima di tutto provare ad utilizzare degli appositi farmaci antinfiammatori, ossia in grado di “spegnere” il dolore. Tra i più utilizzati vi consiglio: i FANS, ossia i medicinali non steroidei (come l’acido acetilsalicilico) ed i cortisonici, con quest’ultimi indicati per le infiammazioni più gravi e dolorose e da utilizzare categoricamente per un periodo limitato (gli effetti collaterali sono dietro l’angolo).

Se scegliete di curare la cervicale rimedi di vario tipo possono essere presi ricorrendo alle medicine FANS, fate durare la vostra terapia dai 7 ai 10 giorni, scegliendo o il formato crema, da spalmare sulla parte dolente, oppure il formato pastiglia, da assumere oralmente. In ultimo, qualcuno utilizza anche dei miorilassanti, ideali per ridurre le contratture muscolari associate alla cervicalgia, fateci un pensierino!

Molta gente che soffre di cervicale cerca di curarla in modo “nature”, seguendo cioè delle sessioni di fisioterapia. Questo secondo rimedio è consigliato per chi, come la sottoscritta, soffre di cervicale a causa della postura sbagliata (ad esempio, quando testa e collo sono in posizione scorretta). In questi casi, infatti, occorre letteralmente “rieducare” il corpo, facendosi aiutare da un fisioterapista che ci spiegherà dei facili esercizi volti a : tonificare la muscolatura del collo, assumere e mantenere la posizione corretta del collo e del busto e favorire l’allungamento della muscolatura, così da ridurre la sensazione di dolore anche a livello di nervi. In ultimo, non esitate a farvi fare un bel massaggio rilassante, così da sciogliere i nervi accavallati ed evitare che la cervicale diventi ancora più dolorosa.

Potrebbero interessarti anche...