Associazione Amami difende i chirurghi plastici che hanno utilizzato le protesi PIP

Visualizzazioni di questo articolo 4046

A seguito della truffa sulle protesi mammarie perpetrata dalla ditta Poly Implant Prothése, l’associazione AMAMI mette a disposizione i propri legali attraverso lo “Scudo Amami”.

La ditta, dopo aver ottenuto il marchio CE necessario alla commercializzazione degli impianti mammari, in data imprecisata, ha contravvenuto agli obblighi relativi alla qualità dei materiali dichiarata ed ha costruito e commercializzato le sue protesi con materiali non idonei. La PIP ha venduto oltre 400.000 protesi in più di 60 nazioni. 30.000 circa sono state impiantate in Francia e 5.000 circa in Italia.

E’ stato accertato sia in Francia che nel Regno Unito che le protesi in questione non comportano un’incidenza di patologie neoplastiche o di tossicità maggiore nei confronti delle altre protesi, ma soltanto una minore durata in termini temporali di circa nove mesi ed una maggiore irritabilità del gel in caso di rottura e diffusione nel corpo. Ciò nonostante, i mezzi di informazione hanno divulgato notizie spesso imprecise ed impropriamente allarmanti che hanno sparso il panico fra decine di migliaia di pazienti. Il Ministero della Salute italiano ha provveduto ad un’informazione chiara e precisa sul caso per informare le pazienti in cui queste protesi sono state impiantate, peraltro nel rispetto di ogni norma legale in quanto ogni impianto era regolarmente in possesso di omologazione CE, come le protesi di tutte le altre case produttrici.

“E’ evidente - come sottolinea Mario Pelle Ceravolo, vice presidente dell’AICPE (Associazione Italiana dei Chirurghi Plastici Estetici), in partnership con AMAMI - che nessuna responsabilità medico-legale può essere imputata ad un medico per aver impiantato questo tipo di protesi”. E’ già in corso una class action da parte del CODACON nei confronti della ditta PIP (già fallita) e delle autorità di controllo deputate ad asseverare la qualità dei dispositivi medici.

Potrebbero interessarti anche...