Medicina Estetica: ultrasuoni e radiofrequenza per ridurre il girovita

Visualizzazioni di questo articolo 1540

Avere una pelle sempre giovane e bella è sicuramente l’obiettivo di molte persone e, fortunatamente, oggigiorno la tecnologia ce lo permette, senza neppure intervenire in modo invasivo. Trattamenti come quelli ad ultrasuoni, luce pulsata e radiofrequenza, difatti, consento di ringiovanire la pelle e rimodellarla, senza provocare alcun dolore al paziente.

In Italia sono in aumento le persone che decidono di affidarsi alla medicina estetica per migliorare il proprio aspetto: pensate che si contano 280 mila trattamenti estetici contro i 139 mila interventi di chirurgia plastica. Tra le ultime novità giunte direttamente da Israele, vediamo proprio un trattamento indolore che sfrutta gli ultrasuoni e radiofrequenza per ridurre il girovita di almeno 5 centimetri. Un altro trend, invece, interessa anche i capelli!

Praticamente, questo trattamento estetico prende di riferimento la Prp abbinata alla Cdt Therapy (Carbossiterapia): tramite delle microiniezioni di plasma arricchito con piastrine è possibile andare a stimolare il bulbo pilifero. La carbossiterapia, quindi, rigenera i capillari danneggiati donando ossigeno. Questo abbinamento di tecniche estetiche consente alle donne sofferenti di alopecia di aumentare la ricrescita del capello, cosa importante sia nella fase del prima e dopo l’intervento.

Per quanto riguarda la cancellazione dei solchi profondi nella pelle, sino ad oggi si faceva riferimento ai filler di acido ialuronico riassorbibili nel giro di 4-5 mesi, mentre che ora si potranno sfruttare i nuovi prodotti che sono in grado di durare sino ad un anno: praticamente, il filler di acido ialuronico è combinato insieme a peptidi biomimetici che vanno a sollecitare la sintesi del collagene ed il rassodamento della pelle.

Terminiamo dicendo che la rimodellazione del volto ai giorni nostri ci viene proposta con i Shaping Up che è in grado di assicurare una continua biostimolazione.

Potrebbero interessarti anche...