Medicina Estetica Tariffario Etico-Antiraggiro su mediciestetici.it

Visualizzazioni di questo articolo 3549

In primis, il Tariffario Etico-Antiraggiro Agorà, uno strumento prezioso per aiutare il paziente ad orientarsi: “Il costo di un trattamento medico con filler a base di acido ialuronico”, spiega Massirone, “oscilla tra i 250 e i 400 euro a seconda delle aree trattate e della tipologia e quantità di device impiegati. Se viene proposto lo stesso trattamento a un prezzo notevolmente inferiore, pur considerando la componente promozionale, bisognerebbe farsi qualche domanda sulla qualità dei materiali impiegati.

Al 16° Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agorà tre strumenti preziosi per i pazienti: il Tariffario Etico-Antiraggiro, un sito internet dedicato e un’app gratuita con tutte le informazioni su trattamenti, i medical device e l’elenco dei medici estetici diplomati sul territorio

Il sorpasso della medicina estetica a sulla chirurgia plastica ha radici diverse: se da una parte sicuramente incidono il minor costo e la naturalezza dei risultati, dall’altra il fattore determinante è anche la minore invasività di questi trattamenti, che richiedono tempi di recupero più brevi ed espongono a un livello di rischio inferiore.

Questo, però, non deve ingenerare confusione: “Si tratta sempre i di procedure mediche e come tali non possono essere eseguite da personale non adeguatamente preparato”, spiega Alberto Massirone, presidente Agorà, che nel corso del 16° Congresso internazionale di medicina estetica che si tiene nei giorni dal 9 all’11 ottobre al Milan Marriott Hotel di via Washington a Milano, parlerà di sicurezza e tutela del paziente e di formazione dei medici, condizione imprescindibile per operare in assoluta sicurezza.

“Internet è uno straordinario strumento di veicolazione di informazioni ma il diffondersi di siti che millantano offerte a prezzi scontati e la mancanza di una regolamentazione che imponga ai medici una formazione specifica per poter eseguire interventi di medicina estetica rischiano di trasformare questo settore in una terra di nessuno, dove chiunque con una laurea in medicina può praticare un filler o una iniezione di botulino senza avere una formazione ad hoc. Questo espone i pazienti a inutili pericoli e il settore tutto a una perdita di credibilità.

Per questo non ci stanchiamo di ripetere che per un trattamento sicuro bisogna rivolgersi a un Medico Estetico diplomato in una Scuola quadriennale di una delle Società di Medicina Estetica, che grazie alla formazione avanzata teorico-pratica possa offrire interventi sicuri eseguiti secondo le linee guida delle società scientifiche di Medicina Estetica”. Per arginare il fenomeno e dettare i confini di una branca della medicina che richiede rigore ed appropriatezza scientifica, Agorà ha messo a punto alcuni strumenti a disposizione dei pazienti.

In primis, il Tariffario Etico-Antiraggiro Agorà, uno strumento prezioso per aiutare il paziente ad orientarsi: “Il costo di un trattamento medico con filler a base di acido ialuronico”, spiega Massirone, “oscilla tra i 250 e i 400 euro a seconda delle aree trattate e della tipologia e quantità di device impiegati. Se viene proposto lo stesso trattamento a un prezzo notevolmente inferiore, pur considerando la componente promozionale, bisognerebbe farsi qualche domanda sulla qualità dei materiali impiegati. Lo stesso discorso vale per la tossina botulinica: sono tre le specialità medicinali registrate all’AIFA per l’impiego in questo settore, e hanno costi che impongono un prezzo per il trattamento non inferiore ai 300 euro. Quando si trovano coupon che li offrono a 50 bisognerebbe prendersi il tempo di riflettere e informarsi sull’affidabilità dei medici e delle strutture e sulla qualità e conformità dei prodotti impiegati. Richiedete la tracciabilità dei prodotti utilizzati, pretendendo il talloncino che riporta il nome del prodotto, il lotto di produzione e la scadenza. La sicurezza è un diritto del paziente, non dimentichiamolo.

Infine, noi non riteniamo etico e deontologicamente corretto che sia il paziente a scegliere autonomamente il trattamento a cui sottoporsi, magari solo perché è “in offerta”: un trattamento medico deve sempre essere valutato dal medico estetico, che partendo dall’inestetismo ne analizza le cause, ne previene l’evoluzione e suggerisce al paziente il trattamento più idoneo per le specifiche e univoche condizioni cliniche”. Per mettere in guardia da tutti questi rischi, Agorà mette a disposizione dei pazienti un sito (www.mediciestetici.it) e un’app gratuita per dispositivi Apple e Android dove è possibile reperire, oltre a tutta una serie di informazioni sui trattamenti di medicina estetica e relativi rischi, anche l’elenco dei medici estetici diplomati con formazione quadriennale sul territorio.

Potrebbero interessarti anche...