Le labbra e il sorriso: insoddisfazione e confusione tra le donne

Visualizzazioni di questo articolo 5085

Un capitolo importante è quello della ricerca di informazioni: a chi si rivolgono le donne per decidere se e come trattare le labbra ed eventualmente intervenire per migliorarle? Il 51% delle donne europee si rivolge a un medico specialista - in medicina estetica o chirurgia plastica ed estetica o a un dermatologo - (le italiane vi fanno ricorso per il 61%)

Solo il 51% si rivolge a uno specialista in dermatologia o in medicina estetica o in chirurgia plastica ed estetica. Più accorte le italiane, sono il 61%. I risultati di un’indagine europea. Condotta in UK, Francia, Germania, Spagna, Svizzera e Italia da insights engineers con il contributo di Allergan, una recente ricerca fa emergere interessanti incongruenze in tema di cura delle labbra e in generale dell’area periorale.

Oltre il 25% delle donne intervistate è insoddisfatto delle proprie labbra e/o del sorriso (con punte del 35% in GB) e il 52% vorrebbe modificare la forma delle proprie labbra, se possibile. Di fronte alla scelta di un tipo di labbra, però, spesso sceglie quello che si è già attribuita. Soluzioni per migliorarle: make-up (il 53% delle donne con punte del 73% in GB); trattamenti iniettabili (29% con punte del 51% in Spagna), creme anti-age specifiche (28%), uno stile di vita sano (21%, con punte del 26% in GB).

FIller dermici ALLERGAN
Comprendere cosa induce le donne a intervenire sull’aspetto delle labbra e in generale nell’area periorale: questo l’obiettivo della ricerca commissionata da Allergan a insight engineers che ha intervistato oltre 3.000 donne tra i 20 e i 60 anni in Europa (Italia, Francia, Germania, Spagna, Svizzera e Gran Bretagna).

PERCEZIONE E DESIDERATA | Il dato comune che emerge con netta chiarezza tra le donne europee è un certo grado di incongruenza tra quello che le donne percepiscono di loro stesse e quello che desiderano maggiormente quando si parla di cura e bellezza delle labbra. Le evidenze arrivano da due domande principali fatte alle donne: che tipo di labbra ritieni di avere – tra 5 differenti proposti: a cuore, ad arco, a nastro, a ellisse e a mela – e che tipo di labbra vorresti. Ebbene, il 44% delle donne – con punte del 50% in Francia – dichiara di avere le labbra a forma di cuore, la più armonica. Eppure, il 69% delle intervistate – con punte del 73% in Spagna – desidererebbe avere le labbra a forma di cuore.

Tutto questo si registra in un quadro generale in cui circa il 25% delle donne è insoddisfatto delle proprie labbra e/o del proprio sorriso, adducendo poi ragioni di tipo emotivo per un eventuale cambiamento: per il 43% intervenire sulle labbra potrebbe infatti migliorare la loro autostima facendole sentire e sembrare più attraenti, più sexy e in generale avere più fiducia in loro stesse. Ben al di sotto – il 20% - la necessità di ridurre le rughe o correggere le proporzioni del viso e ancora meno rilevante – 31% - l’idea di sembrare più giovane od ottenere un sorriso migliore. ”La percezione distonica di sé rispetto alla realtà è uno dei primi elementi da valutare nelle persone che vogliono intervenire in qualche modo sul proprio aspetto.

Per questo facciamo sempre una foto durante il primo incontro di valutazione: è sorprendente lo stupore che le persone dimostrano guardandosi. Da lì inizia il loro percorso che, dopo un’attenta analisi, deve portare a eseguire solo trattamenti che rispettano la struttura di base delle loro labbra, affinché il risultato finale sia naturale e discreto.” Commenta Chantal Sciuto, specialista in Dermatologia Estetica e Medicina Anti-Aging. Queste donne hanno dei modelli? Si, e tutte si trovano d’accordo affidando ad Angelina Jolie (21%) il primo posto nella classifica delle donne con le labbra più belle, seguita da Jessica Alba (15%) e a pari merito da Scarlett Johansson, Marylin Monroe e Julia Roberts (11%). Menzione d’onore per Sofia Loren, unica italiana citata – 6% - e non solo dalle sue connazionali.

SOLUZIONI PER LABBRA PIU’ BELLE | Il make-up è la scelta della maggioranza, trasversale a tutti i Paesi: il 53% delle donne lo usa e l’80% lo ritiene efficace (totale tra chi lo ritiene molto efficace e chi pensa che in qualche misura lo sia). Punte massime nell’utilizzo del make-up si registrano in GB con il 73%, in totale controtendenza rispetto alla Germania – 46% - e Svizzera con il 41%. In seconda posizione i trattamenti estetici, utilizzati dal 29% delle donne, che li ritengono efficaci (74% totale tra chi lo ritiene molto efficace e chi pensa che in qualche misura lo sia). Quasi pari merito – 28% - le creme anti-age specifiche per le labbra, di cui le italiane sono grandi consumatrici (il 40% delle intervistate ne fa uso). Uno stile di vita sano viene considerato un ottimo strumento per la cura e la bellezza delle labbra soprattutto in GB – nel 26% dei casi contro la media del 21% – e gli viene anche attribuito un alto grado di efficacia: l’86% delle donne che lo seguono lo considerano molto efficace o comunque in qualche misura utile e valido.


UTILIZZO DI TRATTAMENTI INIETTABILI (FILLER DERMICI)| La maggioranza delle donne intervistate – 84% - dichiara di sapere che esistono trattamenti iniettabili e nello specifico filler dermici mirati che possono essere utilizzati per le labbra e l’area periorale. Il 2% già li utilizza (sia per le labbra che per altre parti del viso) e li ritiene efficaci – il 79% - mentre il 30% in media, e soprattutto tra le italiane e le spagnole, prenderebbe in considerazione l’idea di usarli. Tra le motivazioni più forti, il voler rimediare alla perdita di pienezza delle labbra (38%) con punte rispettivamente del 44% e del 41% per inglesi e spagnole o ridurre le rughe sottili che si creano intorno a quell’area (36%). La barriera maggiore all’utilizzo è la paura di un risultato innaturale, timore trasversale a tutte le intervistate in ogni fascia di età che lo citano per il 59%; in seconda posizione con un 55% la paura di ritrovarsi con labbra a canotto e, a seguire, con il 54% quella che la procedura sia dolorosa. Il 30% non sa quanto dura il risultato e il 27% pensa sia necessario ripetere il trattamento entro 5-6 mesi dalla seduta, contro una durata media di 8 mesi e quella di circa 12 mesi dei filler di nuova generazione a base di acido ialuronico sviluppati con tecnologia Vycross®.

Questi ultimi peraltro contengono Lidocaina (0,3%), un blando anestetico locale, grazie al quale la fase di trattamento e quella di iniezione risultano più delicate per le pazienti, in confronto ai filler dermici che non contengono anestetici.

FONTI DI INFORMAZIONE | Un capitolo importante è quello della ricerca di informazioni: a chi si rivolgono le donne per decidere se e come trattare le labbra ed eventualmente intervenire per migliorarle? Il 51% delle donne europee si rivolge a un medico specialista - in medicina estetica o chirurgia plastica ed estetica o a un dermatologo - (le italiane vi fanno ricorso per il 61%), il 25% all’estetista, il 19% cerca informazioni in rete. Le differenze tra Paese e Paese sono piuttosto rilevanti: largo ricorso all’estetista in UK – il 36% - dove invece è più basso il ricorso alle figure specializzate (40%) - e più alto della media il ricorso al Web (23%). Ampio uso di Internet e affidamento al passaparola soprattutto in Germania dove ben il 31% delle donne cerca informazioni in rete e il 14% chiede consiglio alle amiche. Un’eccezione, questa, poiché il passaparola tra amiche registra pressoché ovunque dati molto bassi (7% per la media con ilpiccopiùbassoinItalia- 2%). “Mi fa piacere questo dato italiano, si inizia a comprendere che non si deve improvvisare e non si deve banalizzare il trattamento di medicina estetica. Ribadisco con forza che rivolgersi a una figura qualificata – specialisti in dermatologia o in medicina estetica o in chirurgia plastica ed estetica che utilizzano prodotti certificati e sicuri - è fondamentale per la scelta di un trattamento in tutta serenità”. Continua Chantal Sciuto “E credo sia importante sottolineare che specializzazione professionale e qualità dei prodotti sono gli elementi che vanno poi a comporre il costo finale di un trattamento, costo che non può essere quello proposto in modalità discount.

Ne va non solo della serietà della professione, ma soprattutto della sicurezza del paziente”.

Allergan Inc. Allergan Inc. è una società che opera nel settore sanitario, multispecialistica; fondata 60 anni fa, con l’impegno e l’obiettivo di sviluppare trattamenti innovativi per aiutare le persone a raggiungere il proprio potenziale di vita. La società oggi conta circa 10.000 dipendenti in più di 100 paesi, con una struttura di marketing e vendite globale con un ampio e dinamico portafoglio di prodotti, che variano dalle specialità medicinali, ai dispositivi medici. Inoltre dispone di tecnologie d’avanguardia in Ricerca e Sviluppo, nella produzione e nei controlli della sicurezza, che aiutano milioni di pazienti a vedere meglio, a muoversi più liberamente e a esprimersi in modo più completo. Dagli inizi, quando era una società specializzata nella cura dell’occhio, all’attuale specializzazione in vari campi medici (fra cui l’oftalmologia, le neuroscienze, l’obesità e la medicina estetica e la dermatologia), Allergan è orgogliosa di festeggiare 60 anni di progressi medici ed è orgogliosa di sostenere i pazienti e i medici che confidano nei suoi prodotti, nonché il personale e le comunità nelle quali vive e lavora.

Potrebbero interessarti anche...