Fili Pdo, Fili di biostimolazione indicazioni e casistica

Visualizzazioni di questo articolo 3075

I fili di sospensione PDO sono indicati in particolare per chiunque voglia stimolare la cute del corpo e del viso o contrastare, in modo non invasivo, il cedimento della pelle del volto. Non c’è un’età specifica per sottoporsi al trattamento. È sufficiente essere in un buono stato di salute.

FILI DI SOSPENSIONE PDO I fili di sospensione sono un efficienti prodotti della medicina estetica, utilizzati per ridurre le rughe del viso e garantire risultati pari ad un lifting chirurgico. Inseriti sottocute, i fili sostengono la struttura del volto e distendono la cute “cadente” eliminando così buona parte di quelle piccole imperfezioni che il tempo riserva.

UN PRODOTTO SODDISFACENTE E SICURO Costituiti da Polidiossanone (PDO), un materiale totalmente riassorbibile e anche biocompatibile, i fili apportano notevoli benefici alla cute. Questo materiale stimola infatti i fibroblasti a produrre del nuovo collagene ed elastina, sostanze utili a rendere la cute più elastica e tonica. Il PDO è inoltre, un materiale già noto alla chirurgia, soprattutto vascolare, come prodotto a rapido riassorbimento per suture interne. I risultati garantiti da trattamento con i fili di sospensione sono immediatamente riscontrabili e di buona durata.

COME SI SVOLGE IL TRATTAMENTO Il trattamento, pur garantendo risultati pari ad un lifting chirurgico, non presenta le medesime modalità di svolgimento di un intervento. Difatti, non è necessario alcun ricovero e l’anestesia necessaria è possibilmente tipica. L’inserimento dei fili biostimolanti non prevede un’incisione cutanea ma si ricorre all’utilizzo di aghi piuttosto sottili che permettono di posizionare adeguatamente le nuove strutture sostenitive. È un trattamento completamente indolore che può essere ripetuto, se necessario, a distanza di otto, nove mesi. Inoltre non sono previsti tempi di convalescenza, ma al contrario, subito dopo la seduta medica sarà possibile ritornare a svolgere qualsiasi attività quotidiana.

QUANDO E’ INDICATO IL TRATTAMENTO

I fili di sospensione PDO sono indicati in particolare per chiunque voglia stimolare la cute del corpo e del viso o contrastare, in modo non invasivo, il cedimento della pelle del volto. Non c’è un’età specifica per sottoporsi al trattamento. È sufficiente essere in un buono stato di salute. Inoltre la biostimolazione in PDO è compatibile con altri trattamenti medico-estetici, come filler dermici riassorbibili e tossina botulinica. Il risultato garantito dal trattamento biostimolante ha durata fino ad 1 anno e pertanto si consigliano altre sedute mediche e trattamento coadiuvanti. E’ fondamentalmente un trattamento di biostimolazione e di induzione della neocollagenogenesi di tipo I,fibroso .

In molti casi, selezionati , si può utilizzare questa metodica con soddisfazione. Si può anche associare alla infiltrazione di cellule staminali dallo stesso ago che migliora e prolunga la durata del trattamento . Quando vengono inseriti correttamente , si possono ottenere riposizionamenti del volto , restituendo la V giovanile e la correzione delle rughe del volto con la diminuzione dei solchi presenti sulle guance Non vuole essere un trattamento di lifting del viso , ottenibile solo chirurgicamente , ma un metodo per aumentare i tempi del ricorso al chirurgo.

Questo trattamento , etereologo , ha la durata di 6/18 mesi , dipende dalla capacità degli enzimi dell’ospite che hanno nel degradare i fili .

La letteratura scientifica ci dice che nessun tipo di trattamento con fili di altra natura , soprattutto se « autologhi « ( di cui comunque ad oggi non esiste letteratura pubblicata ) ha una durata superiore . Infatti proprio perché sono autologhi sono sottoposti ad una degradazione più veloce da parte degli enzimi e dei macrofagi presenti nel derma.

Potrebbero interessarti anche...