Caso Simona Izzo, è davvero questa la Medicina Estetica?

Visualizzazioni di questo articolo 2966

Alberto Massirone, presidente della Società di Medicina a indirizzo Estetico Agorà, commenta il caso della doppiatrice italiana.

In riferimento alla polemica suscitata dal lifting al viso dell’attrice e doppiatrice italiana  apparsa nel corso dell’ultima puntata della trasmissione di RaiUno Porta a Porta con un’espressione definita dai suoi fan sui social “irriconoscibile”, il professor Alberto Massirone, presidente della Società Italiana di medicina a indirizzo estetico Agorà ricorda che “il desiderio di sentirsi bene con sé stessi è legittimo e indiscutibile, quindi non entro nel merito delle scelte e della valutazione degli interventi cui si è sottoposta la signora Izzo. Ciò non di meno, teniamo a ricordare che la Medicina Estetica punta a un individuo armonico, che vive bene la sua età, senza stravolgimenti e senza modelli estetici plastici che rincorrono il mito di un’eterna giovinezza.

La medicina estetica è innanzitutto medicina preventiva, che attraverso un’analisi multidisciplinare dell’individuo, ne previene l’invecchiamento e la degenerazione e lo aiuta a vivere ogni fase della vita in un perfetto stato di equilibrio psico-fisico. La polemica sorta sull’opportunità o meno di ricorrere ai cosiddetti “ritocchino” per apparire più giovani è, quindi, a mio parere fuorviante. 

La vera attenzione deve essere riposta su chi fa cosa. Un medico estetico serio, preparato e competente non esegue interventi dai risultati innaturali. 

L’armonia e la naturalezza sono punti fermi dell’ideale estetico italiano, che è modello di riferimento in tutto il mondo. Non ci stancheremo mai di ripetere l’importanza di rivolgersi a medici estetici formati presso una scuola di formazione quadriennale specifica e completa per la Medicina Estetica”.

Il prof. Massirone sottolinea inoltre che: “Vi è una sostanziale differenza tra chirurgia plastica e medicina estetica: il lifting al viso è un intervento chirurgico, lascio quindi la valutazione a un chirurgo plastico, mentre la medicina estetica utilizza sostanze biocompatibili o metodologie che stimolano la rigenerazione tissutale con risultati sempre reversibili. Inoltre, i trattamenti di medicina estetica eseguiti secondo le linee guida delle Società scientifiche accreditate e da medici estetici correttamente formati sono sicuri e non alterano l’armonia, la configurazione e gli equilibri del viso, né tantomeno le caratteristiche uniche e l’espressività del volto. Riteniamo importante, quindi, non demonizzare i trattamenti sopracitati e suggeriamo sempre di rivolgersi a un medico estetico correttamente formato al fine di ottenere un risultato naturale e armonioso”. 

Per conoscere l’elenco dei medici estetici diplomati presso la Scuola di formazione Agorà-Amiest consultare il sito www.societamedicinaestetica.it

Potrebbero interessarti anche...