Alla ricerca della naturalezza: LE LABBRA CHE LE DONNE VOGLIONO

Visualizzazioni di questo articolo 4108

Come intervenire per ottenere una buona estetica delle labbra? “La conoscenza dell’anatomia e il rispetto delle caratteristiche proprie del labbro sono fondamentali per ottenere un risultato che sia il più possibile naturale, in armonia con il viso e senza il detestato ‘effetto canotto’....

Basta ritocchi di bellezza che alterano i lineamenti e che rendono le facce omologate in modo artefatto. Oggi le donne chiedono meno ritocchi e più cura. Soprattutto se parliamo di labbra

Le donne desiderano sempre più valorizzare (non “modificare”) la propria immagine e in fatto di labbra, alla cui cura secondo le statistiche dedica attenzione la quasi totalità (l’80%), aspirano ad averle dall’aspetto giovane, fresco e curato, ma non ritoccate in modo evidente. “Purtroppo, a causa della mancanza dello strato corneo del vermiglio che ne accelera la disidratazione e la perdita di elasticità, le labbra sono le prime a registrare il passaggio del tempo” dice Marina Romagnoli, dermatologo plastico a Genova.

“Con l’aging, il volume, la forma e il turgore si modificano. Le labbra si assottigliano, perdono la defi nizione dei contorni e la loro morbidezza, assumono un aspetto disidratato e rugoso.

Ma ci sono anche inestetismi che non dipendono dall’età: è il caso di labbra costituzionalmente troppo sottili, poco disegnate, asimmetriche, che la medicina estetica può correggere e migliorare nettamente, rispettando le proporzioni e l’armonia dell’intero viso”.

Come intervenire per ottenere una buona estetica delle labbra? “La conoscenza dell’anatomia e il rispetto delle caratteristiche proprie del labbro sono fondamentali per ottenere un risultato che sia il più possibile naturale, in armonia con il viso e senza il detestato ‘effetto canotto’”. Anatomia delle labbra Le labbra sono due pieghe cutaneo- mucose che ricoprono le arcate gengivo-dentali. In ciascun labbro (superiore e inferiore) le superfi ci sono due: una esterna (cutanea), l’altra interna (mucosa). Nell’infi ltrazione di un fi ller viene interessata la superfi cie interna (o mucosa) e il margine libero (vermiglio o semimucosa). La mucosa interna e il vermiglio sono rivestiti da un epitelio di rivestimento che ricorda quello dell’epidermide, ma con uno strato corneo esiguo. Al di sotto dell’epitelio di rivestimento si trova la lamina propria (corrispondente al derma della cute), che è piuttosto lassa con fi bre che si incrociano in varie direzioni formando reti a maglie larghe. Fra le cellule sono presenti piccole aree in cui si trovano in prevalenza fi bre collagene, frammiste a fi bre elastiche e fi bre reticolari.

Le fibre collagene si ramifi cano e si riuniscono a formare una rete a maglie molto ampie entro le quali è tesa una sottilissima trama di fi bre reticolari. Le fi bre elastiche, poco numerose, decorrono ben individualizzate disponendosi anch’esse a rete. In conclusione, la lamina propria e la tela sottomucosa nell’insieme costituiscono una struttura molle, fl essibile, scorrevole, estensibile e facilmente spostabile. La correzione I fi ller, nati allo scopo di riempire le depressioni del derma, continuano nel tempo a perfezionarsi offrendo formulazioni diverse, più o meno fl uide, per ottimizzare il risultato su ogni tipo di ruga, dalla più profonda alla più sottile. “Spesso si crede che i fi ller siano tutti uguali e che si possano utilizzare indistintamente nei vari distretti cutanei. Per la loro capacità di dare volume, in passato sono stati adoperati anche per riempire e dare volume alle labbra pur non essendo stati pensati specifi camente per questo impiego.

Ma rispetto alla lamina delle labbra, il derma cutaneo è costituito prevalentemente da tessuto fi brillare con struttura più compatta, con le fi bre collagene che prevalgono nettamente su quelle elastiche e costituiscono un feltro molto denso. La differenza è sostanziale” continua la dottoressa Romagnoli. Pertanto nella scelta del fi ller è fondamentale scegliere un riempitivo che abbia una serie di caratteristiche che lo rendano adatto a essere infi ltrato in una struttura molle, fl essibile ed estensibile come quella labiale.

Il volume Restylane Lip Volume®, creato da Q-Med, divisione di Galderma, è un nuovo acido ialuronico N.A.S.H.A. (Non-Animal Stabilized Hyaluronic Acid) concepito specifi catamente per l’inserimento nella mucosa labiale.

È caratterizzato da una consistenza molto morbida, un’ottima plasmabilità e riesce a conteneredemizzazione. Le particelle che lo compongono sono ipercompattate e il gel si presenta coeso, ma una volta iniettate nella mucosa le particelle stesse si incastrano e scivolano perfettamente fra loro, formando all’interno del labbro uno strato molecolare elastico e fl essibile in grado di assecondare la mimica labiale con naturalezza. Il volume che conferisce alle labbra è dinamico, morbido e verosimile e l’aspetto fi nale non ha nulla di artifi cioso. Anche con il massaggio il prodotto non scivola e non si stende. La speciale formulazione di Restylane Lip Volume® offre una minore superfi cie d’attacco ai sistemi di degradazione e di conseguenza l’impianto offre una resistenza maggiore alla metabolizzazione.

“Il trattamento si può eseguire iniettando il gel con cannula flessibile o con ago 27 G con la classica tecnica lineare nel vermiglio. Non è necessario intervenire anche sul contorno per ottenere labbra piene e ben defi nite. I plus del nuovo prodotto sono l’aggiunta di una piccola percentuale di lidocaina e l’utilizzo della cannula: in questo modo si riducono la dolorabilità, il rischio di ematomi e il gonfi ore post trattamento. La procedura diventa meno traumatica e fastidiosa per la paziente e i tempi di recupero ancora più veloci”. Un nuovo, valido supporto per perfezionare la tecnica di aumento volumetrico e migliorare la pratica di impianto. La cura “Se l’obbiettivo è solo un refreshing che non modifi chi la forma e il volume delle labbra, non è necessario ricorrere a un fi ller. Una buona percentuale di donne non desidera assolutamente modifi care la forma delle proprie labbra o aumentarne il volume. Il trattamento ideale non deve “riempire” ma “curare” la pelle in profondità stimolando i meccanismi che la mantengono sana, idratata e vitale nel tempo. Perché mantenere il giusto equilibrio d’acqua dei tessuti cutanei è il processo fondamentale per mantenere la bocca giovane e tonica: la causa della perdita di elasticità e morbidezza delle labbra è la disidratazione.

Prima compaiono antiestetiche rughette visibili spesso anche su bocche giovani e ben disegnate, poi le labbra si assottigliano, diventando avvizzite e grinzose” afferma la specialista. Restylane Refresh Lip® è un prodotto di nuova concezione per la cura specifi ca delle labbra e della cito-struttura della mucosa, assai meno densa degli strati cutanei della pelle in generale.

Niente a che vedere coi trattamenti di biorivitalizzazione: l’azione di Restylane Refresh Lip® è quella di bilanciare l’idratazione in profondità, prevenire l’aging dermico favorendo gli scambi di ossigeno e nutrienti e proteggere dai danni dei radicali liberi. Restylane Refresh Lip® è studiato per le peculiarità endemiche della zona in cui deve essere iniettato, rallenta l’aging labiale facilitando gli scambi cellulari e difende il vermiglio dai radicali liberi.

“Il nuovo trattamento permette di trattare le pazienti nelle condizioni di avvizzimento del vermiglio che non desiderano modifi carne forma o volume. Una terapia mirata a recuperare e mantenere nel tempo la bellezza delle labbra che tiene conto delle loro peculiarità e, grazie alla presenza dell’anestetico, anche della sensibilità specifi ca della zona. Il risultato non è l’aumento volumetrico, ma solo un leggero turgore” conclude la dottoressa Romagnoli. Le labbra diventano più lisce, toniche e sode, scompaiono le antiestetiche rughette visibili spesso anche sul vermiglio delle donne più giovani, conferendo uno speciale effetto “gloss” che migliora nel tempo.

Grazie alla specifi cità della formulazione di Restylane Refresh Lip®, per ottenere il risultato è suffi ciente un’unica seduta di trattamento da ripetere un paio di volte l’anno. Le labbra, idratate in profondità, riacquistano elasticità, si riducono grinze e rugosità superfi ciali, l’aspetto è più liscio, tonico e sano e migliora nei mesi successivi, via via che la cura ha effetto. Sia Restylane Lip Volume ® che Restylane Refresh Lip®, se iniettati con microcannule fl essibili, permettono - insieme alla lidocaina - il massimo comfort, fondamentale in una zona particolarmente sensibile come le labbra. Per infi ltrarli nel vermiglio con le microcannule dal calibro più sottile (30G) bastano solo 2 microfori d’ingresso. L’anestetico contenuto nei gel fa il resto, togliendo ogni fastidio e rendendo il trattamento del tutto confortevole. ✘

Potrebbero interessarti anche...