Test di gravidanza, quando farlo?

Visualizzazioni di questo articolo 1524

Per far sì che un test di gravidanza sia positivo è necessario che in circolo vi siano quantità di ormone beta-hcg che viene rilasciato dopo circa sette giorni dalla fecondazione. In questo periodo, infatti, si forma la cosiddetta morula, ovvero l'agglomerato di cellule che sarà lo stadio preliminare dell'embrione e che si va a stabilire all'interno dell'utero

Molte donne fanno il test di gravidanza quando notano un semplice ritardo del ciclo mestruale mensile.

Importante sottolineare però come un semplice ritardo non possa essere un sintomo abbastanza affidabile per dare certezza di una gravidanza in essere. Ecco perché è bene fare il test di gravidanza facendo attenzione ai giorni che sono passati dal rapporto sospetto. Bisogna sempre tener conto che gli spermatozoi che entrano nella vagina in seguito al coito potrebbero rimanere nell'apparato femminile diverse ore in forma attiva. In particolare, essi possono fecondare la cellula uovo della donna in 24 o 48 ore, ma non mancano anche i casi di fecondazione dopo 72 ore.

Quando è preferibile fare il test di gravidanza?

Per far sì che un test di gravidanza sia positivo è necessario che in circolo vi siano quantità di ormone beta-hcg che viene rilasciato dopo circa sette giorni dalla fecondazione. In questo periodo, infatti, si forma la cosiddetta morula, ovvero l'agglomerato di cellule che sarà lo stadio preliminare dell'embrione e che si va a stabilire all'interno dell'utero. Ecco perché è bene ricordare che fare il test di gravidanza subito dopo il rapporto sessuale potrebbe non essere del tutto affidabile, ma si potrebbe essere in presenza di un falso negativo.

Quanti test di gravidanza ci sono in commercio?

Ad oggi esistono diverse tipologie di test di gravidanza in commercio e che possono essere acquistati direttamente nelle più vicine farmacie. Uno dei più efficienti è il test di gravidanza sanguigno, ovvero un tipo di test che prevede l'analisi qualitativa o quantitativa del sangue. Esso viene prescritto dal medico di base e permette di valutare la presenza dell'ormone beta-hcg, tipico della gravidanza, e soprattutto le quantità presenti che diranno molto sul periodo della fecondazione. Intorno ai 15 euro, invece, può essere acquistato il classico test di gravidanza urinario, noto a tutti.

Vanno utilizzati di mattina così da rilevare la possibile gravidanza nell'urina più concentrata e hanno affidabilità del 99%. Poco conosciuto in Italia, ma abbastanza diffuso in altri paesi, è il test di gravidanza salivare. Con questa metodologia viene analizzata la presenza di ormone all'interno della saliva e ha una affidabilità del 98%. Ovviamente, così come per il test di gravidanza urinario, in caso di esito positivo è bene fare delle analisi del sangue successivamente così da avere la prova certa della gravidanza. Si può anche scegliere il test di gravidanza precoce che può essere effettuato addirittura cinque giorni prima della data prevista per l'inizio delle mestruazioni.

In questo modo vengono valutate attentamente le variazioni ormonali e tutto ciò che riguarda la possibile gravidanza in corso. Per approfondimenti sul test di gravidanza precoce si raccomanda la lettura del seguente articolo:

Test di gravidanza fai da te: cosa sapere

In rete si possono trovare numerose indicazioni per dei test di gravidanza reputati affidabili e facilmente ottenibili col fai da te. Ecco perché si potrebbero sfruttare alcuni metodi della nonna per vedere se c'è una gravidanza in corso all'interno dell'organismo o meno. Stando anche a quanto confermano medici ed esperti del settore, è sempre preferibile puntare sui comuni test disponibili in commercio o che si possono effettuare mediante le analisi del sangue.

I cosiddetti 'metodi della nonna' non hanno grossa affidabilità e non possono essere considerati unica misura per valutare l'eventuale gravidanza. D'altronde l'ampia scelta di test disponibile è rivolta proprio a coloro che vogliono affidarsi a qualcosa di sicuro in base alle proprie esigenze così da sapere precisamente se si è incinta o meno. Ovviamente nulla toglie che ci si possa affidare a delle tecniche fai da te per migliorare l'approccio psicologico con un test di gravidanza. A molte donne può far paura l'esito oppure può scattare l'ansia da risultato: ecco perché ci si potrebbe prima affidare ad un test fai da te, pur non avendo elevate percentuali di affidabilità.

Test di gravidanza: informazioni utili

La prima cosa da tenere a mente quando si parla di test di gravidanza è che il test, qualsiasi esso sia, non può essere considerato infallibile. Grossa attenzione va posta agli esiti negativi e quindi alla possibilità che si tratti di falsi negativi. Più rari sono invece i casi in cui si verificano dei falsi positivi. Inoltre, ci sono alcuni sintomi che permettono di evidenziare la possibile gravidanza in corso all'interno dell'organismo.

Un esempio è la valutazione della temperatura basale, elemento che viene misurato periodicamente da molte donne. In caso di fecondazione avvenuta, la temperatura sarà abbastanza più alta e potrebbe essere segnale importante per la gravidanza. Anche la nausea e il vomito ricorrente potrebbero essere sintomi comuni che testimoniano la sussistenza di una gravidanza all'interno dell'organismo. Ovviamente, il più diffuso è il ritardo che allarma sempre più spesso le donne. Non bisogna allarmarsi quando ci sono ritardi di pochi giorni, ma solo nel caso in cui si tratti di sette giorni o più. In questo caso sarà cosa utile affidarsi ad un test di gravidanza per vedere se si è incinta o meno.

Potrebbero interessarti anche...