Rimozione tatuaggio:boom pentiti tattoo con lo stop dell’Esercito

Visualizzazioni di questo articolo 7584

E’ bene, inoltre, in vista di un futuro intervento per rimuovere il tatuaggio, optare per disegni monocolore, possibilmente non utilizzando tonalità chiare come il bianco e il giallo che sono più difficili poi da togliere, rispetto al nero”...

 

Durante tutta l’estate hanno mostrato su corpi scolpiti disegni di ogni forma, colorati o in bianco e nero. Sono gli italiani che hanno invaso spiagge e piscine facendo sfoggio dei propri tatuaggi, facendoci quasi dimenticare che in Italia aumenta a vista d’occhio il fenomeno dei pentiti del tattoo, ovvero di chi, soprattutto per motivi lavorativi, chiede aiuto al chirurgo plastico per cancellare quel segno non proprio indelebile. Ma attenzione. “Il fenomeno dei pentiti potrebbe subire una brusca impennata dopo la notizia di regole più stringenti, proprio in materia di tatuaggi , da parte dell’Esercito italiano. Se adesso più del 30% dei tatuati prende questa decisione, e il 40% lo fa per motivi lavorativi, dopo questa novità la percentuale potrebbe salire al 50% nei prossimi 6 mesi”. A esaminare il fenomeno è Ezio Maria Nicodemi, docente all'Università di Tor Vergata di Roma e dirigente chirurgo plastico all'Istituto dermopatico dell'Immacolata (Idi) di Roma.

Niente disegni incisi sulla pelle, dunque, per chi aspira a una carriera con le stellette. “Non solo rimuovere i tatuaggi, quindi, ma farlo in fretta – spiega Nicodemi – per avere la possibilità di partecipare a concorsi o per non avere problemi sul luogo di lavoro”. Ma le nuove tecniche ci vengono incontro. “Oggi - assicura il professore - è possibile far ‘sparire’ un tatuaggio di medie dimensioni anche in sole due sedute, grazie a un ‘doppio trattamento’ in una stessa giornata a distanza di 30 minuti l’uno dall’altro”. A tutti i giovanissimi che decidono, invece, di fare un tatuaggio, il professore raccomanda “di rivolgersi a centri specializzati, assicurandosi che vengano seguite le giuste norme igieniche. E’ bene, inoltre, in vista di un futuro intervento per rimuovere il tatuaggio, optare per disegni monocolore, possibilmente non utilizzando tonalità chiare come il bianco e il giallo che sono più difficili poi da togliere, rispetto al nero”.

Potrebbero interessarti anche...