Merck Serono completa l’arruolamento di pazienti dello Studio MOTION per la cura del Morbo di Parkinson

Visualizzazioni di questo articolo 11530

Merck Serono completa l’arruolamento di pazienti dello Studio MOTION, studio clinico di fase III con Safinamide nella fase precoce del Morbo di Parkinson ·

Lo studio valuterà la sicurezza e l’efficacia di Safinamide come trattamento associato alla terapia con dopamino-agonisti nella fase precoce del Morbo di Parkinson Ginevra, Svizzera, – Merck Serono, una divisione di Merck KGaA, Darmstadt, Germania, ed il suo partner Newron Pharmaceuticals S.p.A. hanno annunciato oggi di aver completato l’arruolamento di pazienti nello studio MOTION1. Questo studio clinico internazionale di fase III, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo è stato progettato per valutare l’efficacia e la sicurezza di due dosaggi di safinamide (50 e 100 mg una volta al giorno), in associazione ad una dose costante di un dopamino-agonista, confrontati con l’agonista della dopamina in monoterapia. Nello studio sono stati randomizzati un totale di 679 pazienti con Morbo di Parkinson in una fase precoce di malattia .

“Aver completato l’arruolamento nello studio MOTION di fase III per il Morbo di Parkinson in una fase precoce di malattia rappresenta un ulteriore passo avanti nel nostro programma di sviluppo clinico di Safinamide” ha detto il Dottor Bernhard Kirschbaum, Responsabile della Ricerca e Sviluppo di Merck Serono.

“Il nostro obiettivo è di fornire una nuova opzione di trattamento ai pazienti con Morbo di Parkinson, una patologia neurodegenerativa con elevati bisogni medici non ancora soddisfatti ”. Lo studio MOTION fa parte del programma di sviluppo clinico di Safinamide nel Morbo di Parkinson, insieme agli studi già completati 015, 016, 017, 018 e allo studio SETTLE, ancora in corso. Il programma clinico è sviluppato per studiare Safinamide come trattamento associato alla terapia con dopamino-agonisti in pazienti con il Morbo di Parkinson in una fase precoce di malattia e come trattamento associato alla terapia con levodopa in pazienti con il Morbo di Parkinson ad uno stadio avanzato. Sulla base di un accordo firmato con Newron, Merck Serono possiede l’esclusiva mondiale dei diritti per sviluppare, produrre e commercializzare la Safinamide nel Morbo di Parkinson, Sindrome di Alzheimer ed altre applicazioni terapeutiche.

1 MOTION: safinaMide add-On To dopamine agonist for early Idiopathic ParkinsON’s disease with motor fluctuations Informazioni sullo Studio MOTION MOTION è uno studio internazionale di fase III della durata di 6 mesi (24 settimane), randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo. Sono stati arruolati 679 pazienti con Morbo di Parkinson idiopatico (insorgenza della malattia inferiore ai cinque anni), trattati con una dose costante di un agonista della dopamina per almeno quattro settimane.

I partecipanti allo studio sono stati randomizzati in uno dei tre bracci del trial (1:1:1) per ricevere o safinamide 50 mg una volta al giorno o safinamide 100 mg una volta al giorno o compresse di placebo, come trattamento associato alla terapia di un dopamino-agonista. Endpoint primario dello studio è la variazione dei sintomi motori valutati secondo il punteggio totalizzato nella terza sezione della scala Unified Parkinson’s Disease Rating Scale (UPDRS) dall’inizio alla 24a settimana. Endpoints secondari includono cambiamenti in termini di attività quotidiane, delle funzioni cognitive, dello stato clinico globale e della qualità di vita correlata allo stato di salute. Informazioni su Safinamide Safinamide è un alfa-aminoamido attualmente in fase di sviluppo da parte di Merck Serono e Newron come trattamento associato alla terapia con dopamino-agonista o con levodopa in pazienti con il Morbo di Parkinson ai primi stadi o ad uno stadio medio - avanzato. Si ritiene che la Safinamide svolga attività sia dopaminergica che non-dopaminergica, inclusa l’inibizione reversibile e selettiva del monoamino-ossidasi B (MAO-B), antagonismo attività-dipendente dei canali del sodio e l’inibizione del rilascio di glutammato in vitro.

Gli studi in corso sono condotti per comprendere meglio l’azione di Safinamide in pazienti con Morbo di Parkinson. Safinamide è attualmente in fase III per il Morbo di Parkinson e il suo programma clinico include: - Studio MOTION (safinaMide add-On To dopamine agonist for early Idiopathic ParkinsON’s disease with motor fluctuations) attualmente in corso: studio di fase III, della durata di sei mesi, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo per valutare l’efficacia e la sicurezza di due dosaggi di safinamide (50 mg o 100 mg al giorno) come trattamento associato alla terapia con agonista della dopamina rispetto ad un trattamento con solo agonista della dopamina in pazienti con Morbo di Parkinson ai primi stadi. Estensione dello Studio MOTION di fase III a 18 mesi, in doppio cieco, controllato con placebo sviluppato per fornire dati sulla sicurezza e sull’efficacia a lungo termine - Studio SETTLE (SafinamidE Treatment as add-on To LEvodopa), attualmente in corso: studio di fase III, della durata di sei mesi, in doppio cieco, controllato con placebo per valutare l’efficacia e la sicurezza di un dosaggio medio di safinamide (50-100 mg al giorno) in associazione alla terapia con levodopa rispetto alla terapia con sola levodopa in pazienti ad una fase media o avanzata del Morbo di Parkinson

Lo Studio 015 (completato): studio di fase III, della durata di sei mesi, in doppio cieco, controllato con placebo per valutare l’efficacia e la sicurezza di un basso dosaggio (50-100 mg al giorno) e di un alto dosaggio (150-200 mg al giorno) di safinamide come trattamento associato alla terapia con agonista della dopamina rispetto ad un trattamento con solo agonista della dopamina in pazienti con il Morbo di Parkinson ai primi stadi -

Lo Studio 017 (completato, è un’estensione dello studio 015): estensione dello studio di fase III, a 12 mesi, in doppio cieco, controllato con placebo per valutare l’efficacia e la sicurezza a lungo termine di un dosaggio di safinamide da 50 a 200 mg al giorno, come trattamento associato alla terapia con agonista della dopamina rispetto ad un trattamento con solo agonista della dopamina in pazienti con il Morbo di Parkinson ai primi stadi - Studio 016 (completato): studio di fase III, della durata di 6 mesi, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, per valutare l’efficacia e la sicurezza di due dosi di safinamide (50 mg al giorno o 100 mg al giorno) come trattamento associato alla terapia con levodopa rispetto alla terapia con sola levodopa in pazienti ad una fase media o avanzata del Morbo di Parkinson che hanno manifestato fluttuazioni motorie - Lo Studio 018 (completato, è un’estensione dello Studio 016): estensione dello Studio 016, di fase III, a 18 mesi, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo per valutare l’efficacia e la sicurezza a lungo termine di due dosaggi di safinamide (50 mg al giorno o 100 mg al giorno) rispetto al placebo come trattamento associato alla terapia con levodopa rispetto alla terapia con sola levodopa in pazienti ad una fase media o avanzata del Morbo di Parkinson che hanno manifestato fluttuazioni motorie. Informazioni sul Morbo di Parkinson Il Morbo di Parkinson è una patologia degenerativa del sistema nervoso centrale che spesso colpisce le capacità motorie e l’articolazione del linguaggio del paziente. Il Morbo di Parkinson appartiene al gruppo di patologie chiamate disordini del movimento.

E’ caratterizzato da rigidità muscolare, tremori, rallentamento del movimento fisico (bradikinesia) e, in casi estremi, una perdita del movimento fisico (akinesia). I primi sintomi sono il risultato di una ridotta stimolazione della corteccia motoria da parte dei gangli basali, normalmente causata da una scarsa sintesi ed azione di dopamina, prodotta nei neuroni dopaminergici del cervello. I sintomi secondari possono includere una disfunzione cognitiva dei livelli cognitivi alti e lievi problemi di linguaggio. Il Morbo di Parkinson è cronico e progressivo. Si stima che nei Paesi industrializzati siano più di 3 milioni le persone colpite dal Morbo di Parkinson. Informazioni su Merck Serono Merck Serono è la divisione per farmaci innovativi da prescrizione innovativi di Merck KGaA, Darmstadt, Germania, gruppo globale farmaceutico e chimico. Merck Serono, con sede centrale a Ginevra, Svizzera, ricerca, sviluppa, produce e commercializza molecole innovative e farmaci biologici per la terapia dei pazienti affetti da patologie, che non hanno ancora una risposta adeguata. Negli Stati Uniti e in Canada Merck Serono opera con proprie affiliate con la denominazione EMD Serono.

Merck Serono offre prodotti all’avanguardia in oncologia, sclerosi multipla, infertilità, disfunzioni endocrine e del metabolismo, oltre che in patologie cardiometaboliche. Con un investimento annuale in Ricerca & Sviluppo di oltre un miliardo di euro, Merck Serono è impegnata a far crescere il proprio business sia in aree terapeutiche specialistiche come le patologie neurodegenerative, l’oncologia, la fertilità e l’endocrinologia, sia in nuove aree terapeutiche, a seguito delle attività di ricerca e sviluppo in reumatologia Informazioni su Merck Merck è un gruppo globale farmaceutico e chimico con vendite per 9,3 miliardi di Euro nel 2010, una storia iniziata nel 1668 ed un futuro formato da circa 40.000 dipendenti in 67 Paesi. Il suo successo è caratterizzato dall’innovazione da parte di dipendenti imprenditori.

Le attività operative di Merck sono svolte sotto il coordinamento della Merck KgaA, nella quale la famiglia Merck detiene una partecipazione del 70% ed altri azionisti il rimanente 30%. Nel 1917 la succursale negli Stati Uniti Merck & Co è stata espropriata ed è divenuta da allora in poi una società indipendente. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.merckserono.it

Potrebbero interessarti anche...