Gluteoplastica & Addominoplastica: qual è il legame?

Il tessuto di scarto dell'addominoplastica per migliorare il Lato B

Visualizzazioni di questo articolo 2321

(intervento chirurgico che permette l’aumento del volume e della forma del gluteo), mediante il tessuto che viene eliminato durante l’intervento di rimodellamento dell’addome.

Prof. Mario Dini, chirurgo estetico fiorentino, a proposito di una nuova e innovativa tecnica che consente di fare una gluteoplastica (intervento chirurgico che permette l’aumento del volume e della forma del gluteo), mediante il tessuto che viene eliminato durante l’intervento di rimodellamento dell’addome.

Questa tecnica permette di avere un doppio vantaggio: da un lato durante un intervento di addominoplastica viene rimodellato l’addome, dall’altro il tessuto di “scarto” viene reinserito nella regione glutea, con ottimi risultati estetici e funzionali nella zona ricevente. La gluteoplastica non è un intervento ancora molto richiesto in Italia e in Europa, molto più frequentemente è richiesto in Sud America e in Asia, ma negli ultimi anni le visite e gli interventi per questa procedura chirurgica sono in aumento anche da noi.

Ad oggi le tecniche maggiormente utilizzate per l’aumento del volume dei glutei sono essenzialmente:

1) il lipofilling, cioè il prelievo di grasso proprio indesiderato da una parte del corpo mediante una cannula da liposuzione o da liposcultura, e la reiniezione dello stesso nella regione glutea;

2) le protesi glutee, intervento chirurgico che prevede l’inserimento nella regione glutea di protesi mammaria in gel di silicone come per la mastoplastica additiva;

3) l’utilizzo di acido ialuronico tipo Macrolane, ovvero iniezione in anestesia locale di un filler riassorbibile che ha una durata di uno o due anni. Oggi è possibile utilizzare questa nuova tecnica già descritta nel 2006 da alcuni autori americani e modificata da altri chirurghi americani e dal sottoscritto solo recentemente, che consente di unire due interventi, l’addominoplastica e la gluteoplastica, in uno stesso tempo operatorio. L’intervento viene eseguito in anestesia generale o spinale, ha una durata di circa 3 ore, e prevede una notte di degenza in clinica.

I risultati sono molto buoni e permanenti nel tempo.

Potrebbero interessarti anche...