Arriva in Italia il lifting delle star di Hollywood per ringiovanire in una seduta senza chirurgia

Visualizzazioni di questo articolo 12890

Si chiama Ultherapy ed è l’unico protocollo per lifting non chirurgico approvato dalla Fda, il severo organo di controllo americano. In una sola seduta riattiva la produzione di collagene grazie agli ultrasuoni: «Agisce in profondità nella pelle, dove prima arrivava solo il bisturi: i risultati sono naturali e visibili in un paio di settimane. Già mezzo milione i pazienti trattati nel mondo»

Arriva in Italia il trattamento che ha già conquistato mezzo milione di persone nel mondo, tra cui numerose star di Hollywood: Courteney Cox e Jennifer Aniston hanno dichiarato ai media statunitensi che preferiscono il lifting non chirurgico Ultherapy per mantenere un viso giovane. Basta una sola seduta, della durata di circa un’ora, per innescare il naturale processo di ringiovanimento della pelle, stimolando la produzione di collagene. Non si usano bisturi o aghi e non ci sono tempi di recupero: dopo è possibile riprendere le normali attività.

La soluzione è un protocollo chiamato Ultherapy, nato nel 2009 e utilizzato in tutto il mondo, da oggi finalmente disponibile anche in Italia, grazie alla recente acquisizione di Merz, azienda tedesca che da 107 anni sceglie soluzioni all’avanguardia per il benessere delle persone.

«Ultherapy è il solo e unico lifting non invasivo approvato dalla statunitense Food and Drugs Administration (Fda) uno dei più severi enti al mondo per il controllo e la disciplina delle materie mediche e alimentari. Per ottenere un’approvazione Fda bisogna presentare una consistente documentazione scientifica corredata da studi indipendenti e sottoposta a un severissimo controllo - dice Giuseppe Fera, specialista in chirurgia plastica e ricostruttiva a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) -. Agisce in profondità nella pelle, arrivando nelle zone dove prima arrivava solo il bisturi del chirurgo con il lifting».


Il protocollo Ultherapy è frutto di una tecnologia avanzata ed è in grado di produrre un effetto lifting su sopracciglio, mento e collo e di ringiovanire il décolleté. Il tutto con una sola seduta che, a seconda delle zone trattate, dura da una ventina di minuti fino a un’ora e mezza. Rispetto alle altre soluzioni non invasive che promettono risultati miracolosi, questa tecnica si distingue in quanto si basa su solide basi scientifiche.

L’efficacia di Ultherapy è provata per il sollevamento del sopracciglio, la tonificazione del collo, dell’area del sottomento e per la riduzione delle rughe del décolleté. Inoltre su questo trattamento esistono oltre 90 studi clinici e articoli scientifici pubblicati. «Una base scientifica decisamente valida, che ha convinto Merz, un’azienda che da oltre un secolo cerca soluzioni all’avanguardia per il benessere delle persone, ad acquisire il trattamento» dice Ezio Frisa, amministratore delegato di Merz Pharma Italia.


Oggi Ultherapy è già disponibile in alcune strutture selezionate in tutta Italia: a Milano, Pavia, Genova e Napoli.


Cos’è. Ultherapy è un protocollo che si avvale del potere degli ultrasuoni microfocalizzati per stimolare la naturale produzione di fibre collagene, le proteine strutturali della pelle che la rendono giovane, tonica e compatta. Il processo di invecchiamento del volto porta a una perdita del grasso e dei volumi, a cui si aggiunge una debolezza dei tessuti molli più superficiali che tendono, per gravità, a scivolare verso il basso. Per risollevare i tessuti è quindi necessario agire non solo negli strati superficiali della pelle, ma arrivare in profondità. Ultherapy è l’unico sistema  non invasivo che riesce ad agire su tre diverse profondità, arrivando a trattare lo strato muscolare superficiale che prima poteva essere trattato solo con il lifting chirurgico.


Come funziona. Il protocollo Ultherapy sfrutta il calore indotto dagli ultrasuoni su cute, sottocute e muscolo per andare a stimolare le fibre collagene, quelle proteine che sostengono i tessuti e costituiscono la struttura portante della pelle. Gli ultrasuoni micro-focalizzati ad alta intensità sono in grado di raggiungere e trattare in maniera non invasiva diverse profondità, dal derma agli stati profondi dove la lassità ha origine. Come accade con una lente d’ingrandimento, che concentra la luce solare in un punto esatto, gli ultrasuoni micro focalizzati utilizzati riscaldano il tessuto in profondità solo nel punto focale, senza interessare la superficie cutanea e i tessuti intermedi.

Il riscaldamento dei punti causa una contrazione del collagene esistente traducendosi nel rimodellamento, risollevamento e rassodamento dei tessuti con risultati che durano a lungo, anche fino a 12 mesi. Diversamente da laser, radio frequenza e altre tecnologie, Ultherapy oltrepassa la superficie della pelle per inviare energia in profondità. Grazie agli ultrasuoni scansiona il tessuto cutaneo da eliminare, permettendo al medico di vedere gli strati dermici che sta trattando.

Per chi è indicato. È possibile sottoporsi a Ultherapy a qualsiasi età e in qualsiasi periodo dell’anno, con tutti i fototipi di pelle, anche abbinato ad altri filler o dopo aver subito un intervento chirurgico. Non è necessario evitare le esposizioni al sole.


Il trattamento. Dopo una prima visita con lo specialista che valuta lo stato di invecchiamento e cedimento strutturale, si procede con il trattamento che è di una sola seduta. Si utilizza un apparecchio simile a un ecografo: ci sono un manipolo e uno schermo, che permette al medico di visualizzare in tempo reale i livelli di tessuto che sta trattando e, ancor prima, di determinare i precisi punti sui quali direzionare gli ultrasuoni.


I risultati. I pazienti vedono un effetto iniziale subito dopo il trattamento, ma i risultati più importanti sono visibili in 2-3 mesi man mano che si genera nuovo collagene. La pelle diventa più tonica e consistente su viso e collo e più levigata sul décolleté. Il risultato dura circa un anno.


Sicurezza e controindicazioni. C’è una valida letteratura scientifica sull’efficacia e la sicurezza del trattamento, che è stato approvato anche dall’FDA.Dopo la seduta si può verificare per alcune ore un lieve arrossamento, ma niente che  impedisca la ripresa immediata delle attività. Il make up è consentito. È possibile e normale indolenzimento e tensione dell’area trattata. In rari casi si possono verificare piccoli lividi, rigonfiamenti e nevralgie. L’energia ultrasonica è utilizzata in modo sicuro nel campo medico da oltre 50 anni. Inoltre ogni medico che utilizza Ultherapy riceve un training formativo molto intenso.

Potrebbero interessarti anche...