Addominoplastica o liposcultura per uomo o donna

Visualizzazioni di questo articolo 3664

In rete il vademecum sul “lipofilling” scaricabile gratuitamente. Le feste sono finite e dopo i chili di troppo accumulati a causa di pranzi e cenoni, sembra difficile tentare di riacquistare in tempi brevi il peso forma.

La liposcultura spiegata con chiarezza e rigore scientifico

La liposcultura spiegata con chiarezza e rigore scientifico In rete il vademecum sul “lipofilling” scaricabile gratuitamente Firenze, 10 gennaio 2013 Le feste sono finite e dopo i chili di troppo accumulati a causa di pranzi e cenoni, sembra difficile tentare di riacquistare in tempi brevi il peso forma. Secondo lo studio effettuato recentemente dal Loyola Center for Metabolic Surgery & Bariatric Care solo una persona su cinque riesce nell’impresa. Per tutti gli altri, la liposuzione può essere un valido rimedio per il grasso in eccesso. Per evitare di perdersi tra i tecnicismi senza per questo rinunciare al rigore scientifico, arriva una guida semplice e chiara: è il vademecum gratis e scaricabile da internet realizzato dal prof. Mario Dini, specialista in chirurgia plastica, estetica e ricostruttiva a Firenze e Milano, già primario all’ospedale fiorentino di Careggi.

Si tratta di una grande novità nel mondo della chirurgia plastica. Per la prima volta in Italia viene lanciata una iniziativa editoriale con un linguaggio comprensibile e dettagliato per rendere fruibile al grande pubblico argomenti considerati sino ad oggi di difficile assimilazione. L’ultimo numero, dopo rinoplastica e mastoplastica, riguarda tutto ciò che c'è da sapere per affrontare un intervento di liposuzione.

“Questo vademecum è il terzo di una serie di approfondimenti a cadenza mensile con cui intendo illustrare alcuni dei più importanti settori della chirurgia estetica. - spiega il professor Dini – perché da qualche tempo sulla Rete sono piuttosto frequentati i forum dedicati a questa branca della medicina e spazi di socialità digitale dove utenti possono condividere esperienze, consigli e suggerimenti.

Ho notato però che in alcuni casi le informazioni che circolano sono imprecise o fuorvianti, magari espresse in un linguaggio inadeguato. L’obiettivo di questi vademecum -conclude – e dunque fornire un buon compromesso, nella speranza di apportare un contributo scientifico, magari non esaustivo, ma puntuale e rigoroso, al dibattito intorno ai temi più discussi nel mondo della chirurgia estetica.”

Potrebbero interessarti anche...