La correzione delle orecchie a sventola in età pediatrica

La correzione delle orecchie a sventola in età pediatrica

Le orecchie a sventola sono sicuramente uno tra i problemi estetici più evidenti che possono mettere in imbarazzo la persona, già a partire dall'età pediatrica; fortunatamente, ai giorni nostri è possibile intervenire per l'adeguamento di questo inestetismo utilizzando una procedura per niente invasiva ed anzi del tutto innocua giacché si può già realizzare in età infantile.

Quando la chirurgia plastica va in tribunale: l'aumento del seno l'intervento più contestato

Quando la chirurgia plastica va in tribunale: l'aumento del seno l'intervento più contestato

«Scopo del corso è formare i chirurghi plastici nel settore delle consulenze, per supportare i medici legali e per aiutarli a esprimere in modo professionale un giudizio sull'operato dei colleghi - ha detto Luca Siliprandi, chirurgo plastico organizzatore del corso e membro di Aicpe -. Senza volersi sostituire al medico legale in sede di consulenza, insomma, l'evento ha avuto l'obiettivo di offrire le nozioni fondamentali per svolgere questo difficile compito in modo corretto e responsabile».

Chirurgia plastica, l’Italia è al sesto posto. Ma… attenti a quei numeri!

Chirurgia plastica, l’Italia è al sesto posto. Ma… attenti a quei numeri!

L’Italia occupa il sesto posto nella classifica mondiale del numero di interventi di chirurgia plastica. Lo dice la ricerca da poco pubblicata dall’ISAPS, International Society of Aesthetic Plastic Surgery, relativa al 2011. Su un totale di  704.910 interventi, 316.470 sono operazioni vere e proprie, mentre ammontano a 388.440 le cosiddette procedure non chirurgiche, come infiltrazioni di filler e botulino. Rispetto all’anno precedente, nel 2011 l’Italia ha scalato una posizione, passando dal settimo al sesto posto.

Diminuire i trigliceridi con la liposuzione

Diminuire i trigliceridi con la liposuzione

La cura del proprio corpo è fondamentale se si desidera godere di un ottimo stato di salute; a volte, però c'è chi si lascia andare in modo scorretto ai piaceri della vita, senza prendere in considerazione neppure le cose più basilari per esser in forma, come un po’ di movimento ed un'alimentazione equilibrata.