Stiamo andando verso una società darwiniana, dove curare non basta più e dove si salveranno solo le persone sane e ricche

Stiamo andando verso una società darwiniana, dove curare non basta più e dove si salveranno solo le persone sane e ricche

Il Presidente del V° Convegno  sulle Malattie rare e autoimmunità è  come sempre il Dott, Pino Gino Perini che è uno dei suoi allievi fin da quando il Professor Miescher, intorno al 1994, diede vita ad un Centro di Malattie Autoimmuni nello Stato della Repubblica di San Marino. Il Dott. Pino Gino Perini a quei tempi entrò a fare parte dell’ equipe, invitato da un allievo del Prof. Miescher in occasione di un Convegno al quale stava partecipando a Bologna.

Dieci regole per una mastoplastica additiva da 10 e lode

Dieci regole per una mastoplastica additiva da 10 e lode

«La difesa della buona pratica della chirurgia plastica, e di conseguenza della salute dei pazienti, è da sempre nella mission della SICPRE – dice Enrico Robotti, presidente della Società che conta oggi 1.400 iscritti -. Nessuno specialista serio punta ad operare, e basta. La vera chirurgia plastica, quella seria e ben fatta, accetta di adeguare l’immagine esteriore alle aspettative solo nella piena tutela della sua salute, oggi e domani».

Monsieur Pip e libero ma chi paga gli interventi per sostituire le protesi

Monsieur Pip e libero ma chi paga gli interventi per sostituire le protesi

Finisce così, con un niente di fatto, l'affaire che ha gettato la più grande ombra di tutti i tempi sull'effettiva sicurezza della chirurgia plastica? Enrico Robotti, presidente della SICPRE, Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, assicura di no. «Anche da un punto di vista giudiziario, la questione non è conclusa – dice  Robotti, a capo della più rappresentativa associazione di chirurghi plastici in Italia, che conta oltre 1.200 iscritti

Implantologia: come rimediare ad errori di impianti dentali

Implantologia: come rimediare ad errori di impianti dentali

Grazie all’implantologia si sostituiscono i denti mancanti tramite l’inserzione nell’osso di una radice artificiale in titanio altamente biocompatibile – ci tiene a ricordare il dottor Guiducci dal suo studio di Pescara -. L’impianto dentale è quindi un sostituto artificiale della radice del dente